LETTERATURA torna alla homepage
PRECICERONIANA CICERONIANA AUGUSTEA IMPERIALE RISORSE
     
Ovidio


  Cerca







Progetto Ovidio - attualità in latino

--- aggiornato al 17 settembre 2004 ---


link amici
>>> visita soglie.it


aggiornamenti 2004: 31/12 - 17/12 - 10/12 - 03/12 - 26/11 - 19/11 - 12/11 - 05/11 - 29/10 - 22/10 - 15/10 - 08/10 - 01/10 - 24/09 - 17/09 - 10/09 - 03/09 - 27/08 - 20/08 - 18/06 - 11/06 - 04/06 - 28/05 - 21/05 - 14/05 - 07/05 - 30/04 - 23/04 - 16/04 - 09/04 - 02/04 - 26/03 - 19/03 - 12/03 - 05/03 - 27/02 - 20/02 - 13/02 - 06/02 - 30/01 - 23/01 - 16/01 - 09/01 - 02/01

aggiornamenti 2003 - aggiornamenti 2005

N.B.: 1) le immagini associate ai testi linkano a siti inerenti agli argomenti trattati
2) le notizie vengono selezionate ed eventualmente adattate per la Rete italiana
3) i redattori finnici hanno interrotto le loro attivitÓ dal 18/06 al 20/08 per le vacanze estive, e durante le festivitÓ natalizie

Cecenia: chi è solidale col genocidio in atto?


>>> SILENTIUM TRISTE.

In omnibus scholis Italicis silentium triste unius minutae habitum est, quo scholares in Ossetia Septentrionali occisi recolebantur. Silentium memoriale in tota Unione Europaea similiter observatum est. In memoriam hominum, in strage oppidi Beslan mortuorum, etiam parlamentum Europaeum opera sua eodem tempore interrupit. [Nuntios Latinos 17.09.2004 redegit Tuomo Pekkanen - © Copyright Finnish Broadcasting - Yleisradio Oy]

 


>>> RACCOGLIMENTO.


In tutte le scuole d’Italia è stato osservato un minuto di raccoglimento per commemorare gli alunni uccisi in Ossezia settentrionale. Lo stesso è avvenuto in tutta l’UE. Anche il Parlamento europeo ha interrotto per un minuto i lavori come omaggio alla memoria delle vittime della tragedia di Beslan [n.b.: l’articolo è stato lievemente modificato, per adattamento].


Decalogo sei: non commettere adulterio. Un intervento del filosofo S. Natoli a RAIeducational


>>> TURCIA LEGEM DE ADULTERIO REPUDIAVIT.

Regimen Turciae legem repudiavit, qua adulterium pro crimine haberetur et carcere etiam duorum annorum puniretur. Oppositio politica et ordines in Turcia feminarum novae legi vehementer obstiterant, quia timebant, ne illa praecipue contra feminas adhiberetur et ita etiam neces propter mariti honorem factae augerentur.
Si nova de adulterio lex lata esset, aditus in Unionem Europaeam, quem Turci magnopere cupiunt, difficilior illis factus esset. Nam Commissio Unionis Europaeae Turcos certiores fecerat illam legem opinioni, quam membra unionis de Turcia haberent, nocituram esse. [Nuntios Latinos 17.09.2004 redegit Tuomo Pekkanen - © Copyright Finnish Broadcasting - Yleisradio Oy]

 


>>> TURCHIA: RESPINTA LEGGE SULL’ADULTERIO.


Il governo turco ha accantonato il disegno di legge che mirava a considerare l’adulterio come un reato penale, punibile finanche con due anni di reclusione. L’opposizione politica e le correnti femministe in Turchia avevano fatto muro contro la nuova legge, paventando una sua applicazione a scapito quasi esclusivamente delle donne ed un aumento dei ‘delitti d’onore’.
Qualora la nuova legge fosse passata, si sarebbe compromesso l’ingresso della Turchia nell’Unione Europea, evento che sta molto a cuore ai Turchi. Infatti, la Commissione dell’UE aveva chiaramente avvertito il governo turco del fatto che una simile legge avrebbe portato negativi contraccolpi sull’opinione che i membri dell’Unione hanno del Paese.


i clan che comandano al Kremlino (articolo del 2001, ma attualissimo)


>>> RENOVATIONES ESSE REM RUSSIAE INTERNAM.

Sergei Lavrov, minister rerum Russiae interiorum, commonuit renovationes politicas esse Russorum rem internam. Ita respondit ministro Americano Colin Powell, qui die Martis dixerat se recentioribus politicis renovationibus praesidentis Vladimir Putin sollicitum esse. Putin enim die Lunae rettulerat se velle numerum factionum politicarum circumscribere. Praeterea flagitaverat, ut sibi ad moderatores regionales designandos plena potestas daretur; illas mutationes necessarias esse, cum contra terrorismum pugnaretur.
Powell quidem concesserat pugnam contra terroristas esse necessariam, sed censuerat Russos nomine terrorismi repellendi quasdam renovationes democraticas abolituros esse. [Nuntios Latinos 17.09.2004 redegit Tuomo Pekkanen - © Copyright Finnish Broadcasting - Yleisradio Oy]

 


>>> LE RIFORME SONO AFFARI INTERNI DELLA RUSSIA.


Alle perplessità esternate martedì [14 settembre; ndt] dal Segretario di Stato USA Colin Powell a riguardo delle ultime riforme politiche messe in atto da Vladimir Putin [nella foto], il Ministro degli Interni russo Sergei Lavrov [che in realtà è Ministro degli Esteri; ndt] ha risposto seccamente che tali riforme sono affari interni della Russia.
Infatti, Putin, nella giornata di lunedì, aveva palesato l’intenzione di ridurre il numero dei partiti politici e avanzato la richiesta di pieni poteri nella designazione dei governatori regionali, sottolineando quanto tali modifiche (costituzionali) si rendessero necessarie per la lotta contro il terrorismo.
Powell, pur trovandosi certo d’accordo sulla necessità della guerra al terrorismo, aveva accusato la Russia di mascherare, sotto il pretesto dell’antiterrorismo, il disegno di ‘ricacciare indietro alcune riforme democratiche (realizzate in passato)’ [in effetti, la scelta di Putin accrescerebbe sensibilmente i poteri presidenziali, già assai ampi e poco bilanciati rispetto a quelli degli organi legislativi, in un Paese tradizionalmente abituato ad un sistema ‘superverticale’; ndt].


gl'inizi del cinema


>>> MGM A SONY EMPTA.

Metro-Goldwyn-Mayer, societas cinematographica Americana, a grege commerciali, in quo eminet Sony, societas Iaponica, empta est. Pretium est circiter trium miliardorum dollarorum, ad quod addenda sunt debita duorum miliardorum, quae MGM habuit. Pretiosissima pars societatis emptae est archivum quattuor milium pellicularum. Signum societatis MGM, in toto terrarum orbe bene notum, est leo rugiens, circa cuius caput est sententia Latina "Ars gratia artis". MGM, ante octoginta annos condita, fuit ultima ex magnis officinis cinematogaphicis privatae possessionis. Maiorem eius partem, scilicet septuaginta quattuor centesimas, Kirk Kerkorian, miliardarius ille Americanus, habuit. [Nuntios Latinos 17.09.2004 redegit Tuomo Pekkanen - © Copyright Finnish Broadcasting - Yleisradio Oy]

 


>>> METRO-GOLDWYN-MAYER RILEVATA DALLA SONY.


La casa cinematografica statunitense Metro-Goldwyn-Mayer è stata acquistata da una cordata [grege commerciali] capitanata dalla nipponica Sony Corp., per una cifra di 3 miliardi di dollari, cui sono da aggiungere debiti per 2 miliardi contratti dalla MGM.
Il patrimonio più prezioso della società rilevata è l’archivio cinematografico, che ammonta a 4mile pellicole.
Il simbolo della MGM, ben noto in tutto il mondo, è un leone ruggente, intorno alla cui testa campeggia il motto latino ‘Ars gratia artis’ [‘l’Arte per l’arte’; nella foto; ndt].
La Metro-Goldwyn-Mayer, fondata 80 anni or sono, è stata l’ultima delle grandi case di produzione cinematografica privatizzate; la quota di maggioranza, ovvero il 74%, l’ha detenuta il famoso miliardario americano Kirk Kerkorian.



aggiornamenti 2004: 31/12 - 17/12 - 10/12 - 03/12 - 26/11 - 19/11 - 12/11 - 05/11 - 29/10 - 22/10 - 15/10 - 08/10 - 01/10 - 24/09 - 17/09 - 10/09 - 03/09 - 27/08 - 20/08 - 18/06 - 11/06 - 04/06 - 28/05 - 21/05 - 14/05 - 07/05 - 30/04 - 23/04 - 16/04 - 09/04 - 02/04 - 26/03 - 19/03 - 12/03 - 05/03 - 27/02 - 20/02 - 13/02 - 06/02 - 30/01 - 23/01 - 16/01 - 09/01 - 02/01

aggiornamenti 2003 - aggiornamenti 2005

le notizie in latino sono redatte, con scadenza settimanale, da Reijo Pitkäranta e Tuomo Pekkanen - © Copyright Finnish Broadcasting - Yleisradio Oy

le mie traduzioni e le mie note sono copyleft - Bukowski

la ricerca iconografica è stata effettuata tramite l'apposita sezione di arianna.it

la ricerca e la selezione dei link sono state effettuate tramite Yahoo! italia


aggiungi questa pagina ai preferiti aggiungi ai preferiti imposta progettovidio come pagina iniziale imposta come pagina iniziale  torna su

tutto il materiale presente su questo sito è a libera disposizione di tutti, ad uso didattico e personale, non profit/no copyright --- bukowski

  HOMEPAGE

  SEGNALA IL SITO

  FAQ 

ideatore, responsabile e content editor NUNZIO CASTALDI (bukowski)
powered by www.weben.it

Licenza Creative Commons
i contenuti di questo sito sono coperti da Licenza Creative Commons